Passa ai contenuti principali

Web Content Enjoyneering: Come creare e tradurre contenuti per il web ed essere felici

La Rete offre grandi opportunità e lo dico per esperienza personale. Al corso "Web Content Enjoyneering", che si svolgerà a Roma, l’11 giugno, esamineremo tutte le fasi della creazione dei contenuti web, dalle piattaforme più adatte ad ogni tipo di contenuto, passando per la traduzione dei contenuti, alla condivisione sui vari canali social.

La mia vita è totalmente cambiata da quando ho aperto questo blog e il mio profilo Twitter @WordLo. La mia idea iniziale era semplicemente quella di usare una piattaforma di blogging per pubblicare i miei glossari e poterli consultare sempre (a quei tempi non esisteva ancora Google Drive). Il fatto è che questi glossari avevano termini e neologismi che apparivano frequentemente nelle news. Di conseguenza, molte persone si imbattevano casualmente nel mio blog quando cercavano questi termini. Twitter poi, mi ha permesso di entrare in contatto con le persone che condividevano il mio stesso interesse per i neologismi e la terminologia in generale. 

Il blog e Twitter sono stati molto più efficaci del (solo) CV perché dimostravano in tempo reale e con dati tangibili quello che descrivevo nel mio CV: cosa leggevo, cosa scrivevo, cosa mi appassionava. 

Quando ho inviato la mia candidatura per l’agognato tirocinio al Parlamento europeo, sono stati proprio il blog e Twitter i fattori che hanno contribuito alla selezione della mia candidatura.

Le aziende che cercano professionisti da assumere vanno su Twitter (dati pubblici) ed effettuano una ricerca relativa ai termini inerenti al tipo di attività del possibile candidato. Se hanno bisogno, per esempio, di un “web designer”, cercano gli utenti che parlano di progettazione di siti web, graphic design, SEO, UX, etc. Trovano i profili più brillanti, cliccano sul loro profilo, cliccano sul loro sito, cliccano sul loro portfolio, li contattano.

Grazie ai social network possiamo contattare chiunque in rete, trovare l'ispirazione, beneficiare di un livello di coinvolgimento ad un livello mai visto prima! Internet offre delle opportunità incredibili e dobbiamo usarle bene e a nostro vantaggio, in particolare per prenderci cura della nostra identità online. Tutti abbiamo un’identità online e tutti, a partire dalla scuola al colloquio di lavoro, controlleranno su internet il nostro profilo per ottenere informazioni su di noi prima ancora di incontrarci. 

E’ nel nostro interesse plasmare ciò che gli altri vedono di noi!
Se amiamo qualcosa, qualsiasi cosa, che sia musica, fotografia, cultura, cibo, musei… parliamone, diciamolo a tutti! Anche se è in ascolto solo una persona. Perché tutto ciò che conta è che quella persona condivida i nostri contenuti e potrebbe essere proprio quel contenuto e quella persona che potrebbero cambiarci la vita!

Parlerò di tutto questo e di molto altro nel laboratorio Web Content Enjoyneering: come creare e tradurre contenuti per il web ed essere felici con Andrea Spila, che si svolgerà a Roma l’11 giugno 2016 al nuovissimo Talent Garden, nel centro di Roma.  Vi aspettiamo!
Web Content Enjoyneering a Roma
Intanto potete dare un'occhiata al webinar "Pubblicare in rete" e respirare l'allegria del nostro corso! 




Info e iscrizioni

Commenti

Post popolari in questo blog

Differenza tra football e soccer

Perché il calcio viene chiamato in modo diverso da inglesi (football) e americani (soccer)?

I due termini, football e soccer, si usano per indicare lo stesso sport sebbene football sia presente in un maggior numero di lingue con un più alto numero di occorrenze.

Footballrisale a un decreto del 1424 in cui re Giacomo I di Scozia bandiva il gioco con la frase: "That na man play at the Fute-ball".

Nel 1863 viene fondata a Londra la Football Association (FA), la prima federazione calcistica nazionale che unificò definitivamente il regolamento. Queste regole furono adottate da tutti eccetto che dalla Scuola di Rugby, che preferiva un gioco più fisico in cui si potesse toccare il pallone anche con le mani. Si venne a creare cosi il termine soccer, entrato a far parte dello slang universitario comeabbreviazione colloquiale di Assoc., da  Association football+ la formazione agentiva "-er" per distinguerlo dal Rugby Football.

Fonti:


Terminologia etcEnglishfor.it





Football or soccer, which came first?

With the World Cup underway in Brazil, a lot of people are questioning if we should refer to the "global round-ball game" as "soccer" or "football"? This is visible from the queries of the readers that access my blog. The most visited post ever is indeed “Differenza tra football e soccer” and since we are in the World Cup craze I think this topic is worth a post.

According to a paper published in May by the University of Michigan and written by the sport economist Stefan Szymanski, "soccer" is a not a semantically bizarre American invention but a British import.

Soccer comes from "association football" and the term was used in the UK to distinguish it from rugby football. In countries with other forms of football (USA, Australia) soccer became more generic, basically a synonym for 'football' in the international sense, to distinguish it from their domestic game.

If the word "soccer" originated in England, why did it f…

You are doing terminology management all wrong. Here is why

We all know the never-ending, love-hate relationship between translators and terminology… now, let’s explore some of the most common errors.
Generally speaking, when thinking of terminology, we imagine a glossary, made of two parallel columns full of terms, with the source language on one side and the target language on the other.

Easy.

And what better than an Excel file for this type of structure? Seems easy and intuitive enough. Plus, you can also add an extra column to the right, to add comments or other notes.

Well, there’s something wrong here: Excel was never designed to store text, much less terminological data.

Yes, you guessed it… Excel was created to crunch numbers, not words!

Using Excel files is not an effective or efficient way to manage complex databases. If you use it to create glossaries as mentioned above, you will not be able to specify additional attributes for those terms. It is indeed possible to add extra columns but always limited to one field or category for ea…